FamiliariLutto in famiglia e scuola: consigli per il ritorno a scuola dei bambini delle scuole elementari e medie

Per i bambini può essere un problema tornare a scuola e dire agli insegnanti e ai compagni quello che è successo. È molto importante perciò che scuola e famiglia siano in contatto e decidano insieme come affrontare il ritorno in classe, se comunicare o meno ai compagni l’evento che ha toccato il bambino e stabilire come collaborare successivamente.

Inoltre può essere d'aiuto che l’insegnante di riferimento si accordi direttamente con il bambino se, come e quando dirlo ai compagni e chi è meglio che lo dica. Eventualmente nella scuola elementare l'insegnante, d'accordo con il bambino, potrebbe sedersi vicino a lui e comunicare quello che è successo, incoraggiando i compagni a tenergli compagnia, minimizzando così il rischio che il bambino provi vergogna, imbarazzo o senso di diversità. Forse anche altri compagni possono essere stimolati a comunicare le loro personali perdite, subite in famiglia.

"Io e Francesco volevamo dirvi una cosa molto importante e vorremmo che foste molto attenti. In questi giorni Francesco e la sua famiglia hanno avuto un grande dolore. È mancato..., a cui voleva molto bene. Oggi Francesco è tornato a scuola per stare con noi e riprendere la vita di sempre con il nostro affetto e con il nostro aiuto".

Di solito, specie nei primi tempi, i compagni sono molto collaborativi e comprensivi, anche se in seguito può accadere che i bambini sottolineino la diversità, dicendo delle cose vere, che possono però rinnovare il dolore e far rimanere male il compagno, come ad es. "Tu non ce l'hai il papà, non può venirti a prendere".

E’ importante che i docenti vigilino e siano informati con precisione di quello che succede a casa e di come si comporta il bambino e il ragazzo nelle ore che passa fuori di scuola per poter aiutare l'allievo e la sua famiglia.

Talvolta bambini e adolescenti si comportano in modo diverso a casa e a scuola e quindi è importante mantenere aperto un canale di comunicazione tra scuola e famiglia, prima che si creino o che si aggravino eventuali problemi.