FamiliariIncidenti e altre morti improvvise: come parlarne a bambini e ragazzi

La morte causata  da incidenti, come quelli stradali, aerei, ferroviari, o altre morti avvenute in circostanze drammatiche risultano difficili da comunicare ai bambini e ai ragazzi  perchè l'adulto  è sconvolto e disorientato; pare impossibile che la persona, viva fino al momento prima, ora non ci sia più, sia davvero morta.

Avere il tempo per prepararsi alla morte di qualcuno è molto diverso che subirla improvvisamente, arriva come uno schiaffio o un pugno nello stomaco.

A volte si rimane cosi traumatizzati dalla mancanza improvvisa della persona amata da non riuscire a livello cosciente a realizzare la perdita avvenuta; è come se il nostro cervello non avesse avuto il tempo per metabolizzare il passaggio della persona viva a morta.

Non bisogna quindi stupirsi se, specialmente in una fase iniziale, anche per i bambini e gli adolescenti i sentimenti prevalenti sono di incredulità e totale disorientamento; il dolore sarà molto acuto e bisogna lasciare del tempo per dare la possibilità di confrontarsi con laperdita.

In caso di incidente è di aiuto, per non alimentare dubbi e incertezze, è importante spiegare a bambini e adolescenti come e cosa è successo, quali danni fisici sono stati provocati. Non è mai necessario e neppure opportuno scendere in particolari che potrebbero inquietarli.

È bene creare una situazione di vicinanza fisica e affettiva, procedere lentamente, rimanendo in ascolto delle loro domande e osservazioni e attenti alle loro reazioni, dicendo qualcosa del genere:

Devo dirti qualcosa che riguarda il papà, è una cosa così triste che quasi non riesco a dirla. Oggi, mentre stava andando al lavoro, c’è stato un incidente di macchina. Papà nello scontro ha battuto la testa così forte che è morto”.

Sempre nelle morti avvenute a causa di incidenti stradali, l' elaborazione del lutto può essere complicata da un eventuale iter giudiziario, volto a determinare le cause (ed eventuali responsabilità) che lo hanno determinato.

Bisogna in generale tenere conto che la morte improvvisa può generare nei bambini e nei ragazzi un maggiore stato di insicurezza e paura riguardo alla possibilità di poter perdere in qualsiasi momento le persone che ama. Una delle domande che potrebbero porre agli adulti è la seguente:

" Ma allora anche tu puoi morire all'improvviso?"

Purtroppo non possiamo dare loro una garanzia totale che questo non potrà accadere, possiamo però mettere l'accento sul fatto che si tratta di eventi rari ed aiutarlo a guardare alla vita con fiducia.